Lo sapete che la nostra scatola di latta è magica?

Scoprite la magia della nuova scatola di latta per il nostro panettone artigianale gluten free!

Lasciati incuriosire

Perchè si regala cioccolato per San Valentino?

Tra pochi giorni arriverà San Valentino e noi di Assedium siamo già pronti con una proposta creata per il giorno degli innamorati,...

Lo sapete che la nostra scatola di latta è magica?

Si avvicina il periodo più magico dell'anno, quello in cui tutte le preoccupazioni e i problemi sembrano allontanarsi per un pò per...

La ricetta dei veri Cuneesi al Rum

Vi avevo già raccontato dei fantastici Cuneesi al Rum in questo articolo, deliziosi cioccolatini con due strati di meringa ed un cuore...

Novità: i tartufi di cioccolato!

Vi voglio presentare un nuovo prodotto che abbiamo appena inserito sul nostro store online: i tartufi di cioccolato! E’...
Cristina
Assedium dreamer and co-founder

Si avvicina il periodo più magico dell’anno, quello in cui tutte le preoccupazioni e i problemi sembrano allontanarsi per un pò per lasciare spazio alla meraviglia: il Natale. Quest’anno ci sembra tutto un pò diverso, meno spensierato. Così, abbiamo deciso di raccontarvi una storia, quella di una piccola città ai piedi delle montagne, di come festeggiava questo periodo magico, di come sfoggiava maestose decorazioni natalizie e delle sue strade piene di bimbi in festa. Sedetevi sul divano, assaporate qualche pralina Assedium e leggete!

C’era una volta una piccola cittadina ai piedi delle montagne, si chiamava Cuneo ed era circondata da due fiumi che quasi sembravano separarla dal resto del mondo, proteggendola da tutte le cose brutte che là fuori accadevano. Gli abitanti si conoscevano tra di loro e vivevano in perfetta sintonia perchè le loro abitudini erano molto simili. Quando si avvicinava il periodo Natalizio, la città si addobbava di luci, la neve scendeva e le vetrine di tutti i negozi si riempivano di meravigliose decorazioni. Le persone passeggiavano per le strade, acquistavano regali per i propri cari e riempivano i bar e le pasticcerie per poter gustare ottime prelibatezze in compagnia. I ristoranti preparavo i loro menù con prodotti della stagione e nell’aria si respirava un dolce profumo di caramelle e vin brulé. Questo era il Natale a Cuneo, un periodo magico in cui regnava la felicità, l’amore e il calore famigliare. Vi chiederete cosa c’entri tutto questo con Assedium, bhe Cuneo è la nostra città e noi ve la vogliamo raccontare con un pizzico di magia, allontanandoci per un attimo dalla realtà attuale.

(Ph: Cuneo, una piccola città ai piedi delle montagne)

Nel centro di Cuneo c’era una bellissima piazza, era molto grande e molti la consideravano il simbolo della città. La piazza era un luogo di ritrovo per gli abitanti, qui si teneva il mercato e quando venivano organizzate delle feste, essa si riempiva di persone provenienti da tutti i paesi limitrofi. A Natale c’era sempre il mercatino, un momento magico durante il quale venivano posizionate bellissime casette in legno che vendevano ogni tipo di decorazione natalizia, tutte le famiglie accorrevano per comprare regali, i bambini pregavano le proprie mamme di comprar loro la cioccolata e per i più grandi non poteva mai mancare un bicchiere di vino caldo. Al centro di questa piazza c’era una statua imponente che rappresentava un uomo molto importante per Cuneo. Gli abitanti erano convinti che quella statua avesse dei poteri magici, perchè vegliava sulla città, proteggendola dai pericoli. Tutti conoscevano la grande statua, attorno ad essa c’erano sempre bambini che giocavano, anziani seduti a chiacchierare e gruppi di ragazzi che si ritrovavano dopo la scuola. La statua proteggeva tutti gli abitanti della città, preservando la magia che regnava su di essa.

(Ph: La statua di Barbaroux al centro di Piazza Galimberti, Cuneo)

Sempre durante il periodo natalizio, piccoli gruppi di cantanti occupavano le strade intonando splendide canzoni natalizie. Ma ciò che contribuiva davvero a rendere Cuneo magica erano le voci dei bambini che giocavano felici, le persone che si scambiavano auguri e parole d’affetto, l’eco del coro che si diffondeva fuori dalla chiesa e il suono delle campane che sembravano ricordare a tutti il periodo di grande festa. Questo era il suono della felicità, quello di un periodo in cui tutto sembra fermarsi per lasciare spazio solo alle cose più dolci della vita. 

(Ph: I musicanti a Cuneo nel periodo natalizio)

Come avrete capito Cuneo era la città dove a Natale ogni cosa si trasformava in magia. Tutto sembrava prepararsi alla grande notte, quella più speciale, quella in cui Babbo Natale con la sua slitta viaggiava di casa in casa, di camino in camino per consegnare i suoi doni. I bambini si chiudevano nelle proprie camerette, facendo silenzio per non farsi sentire e rischiare di spaventare Babbo Natale. Nessuno poteva vederlo o la magia sarebbe scomparsa. I genitori raccontavano fiabe e tutta la casa si riempiva improvvisamente di amore e affetto. Ogni anno Babbo Natale lasciava nelle case magnifici doni, dolci e giocattoli, per poi andarsene alla velocità della luce con le sue renne.

(La notte di Natale a a Cuneo, aspettando Babbo Natale)

Insomma, un paesaggio incantevole, decorato di magia, con canti natalizi e persone in festa: qualcosa che oggi ci sembra molto lontano e che forse non abbiamo mai apprezzato a sufficienza quando lo potevamo vivere nella quotidianità.

E’ per questo che ad Assedium quest’anno abbiamo deciso di proporre il nostro panettone artigianale all’interno di una scatola di latta che raccontasse proprio di questa magia. Per abbandonare per un attimo la realtà complicata di questo 2020 ed abbracciare quel mondo di ricordi e speranze che ogni Natale ha sempre portato con sè. Questa latta è un po’ magica: guardatela con attenzione, poi chiudete gli occhi e lasciatevi trasportare dalle sue immagini evocative, siamo sicuri che almeno per un istante vi si scalderà il cuore ed apparirà un grande sorriso sul vostri viso.

(Ph: la scatola di latta Assedium, con all’interno la nostra selezione di panettoni artigianali)

Credits: Alessandra Beltramo

Grafiche: Hellobarrio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Iscriviti alla nostra newsletter!

Resta sempre aggiornato sulle novità di prodotto, eventi e promozioni

- Advertisement -

Ti potrebbe interessare